Acronimi:

  • CD -Customs Decision
  • TP – Trader Portal (portale a cui accede l’operatore per l’invio delle istanze e la gestione delle autorizzazioni);
  • EORI – Economic Operator Registration and Identification
  • GD – Gestore Dogane
  • OE – Operatore Economico
  • PF – Persona Fisica
  • PNF – Persona non fisica o persona giuridica
  • PUD – Portale unico Agenzia Dogane e Monopoli
  • STD – Servizio Telematico Doganale
  • SPID – Sistema Pubblico di Identità Digitale
  • CDMS – Customs Decisions Management System (portale a cui accede l’ufficio delle dogane competente per l’accettazione/rifiuto delle istanze e la gestione delle autorizzazioni).

FAQ generali*

1.Cosa sono le Customs Decisions?

Le CD sono Autorizzazioni concesse dall’autorità doganale competente sulla base delle richieste presentate dall’OE in cui tutti gli scambi di informazioni, richieste o decisioni, tra autorità doganali nonché tra operatori economici ed autorità doganali sono effettuati mediante procedimenti informatici sul Sistema Customs Decisions. Anche l’archiviazione di tali informazioni richiesti dalla normativa doganale.
Per approfondire si rimanda a:
le informazioni generali tratte dal portale della Commissione Europea;
le disposizioni nazionali, sul portale dell’Agenzia.

2. Cosa è e come si ottiene l’abilitazione al TP (Trader Portal)?

Il TP è il portale dell’operatore economico dove questi può gestire le domande e le autorizzazioni rilasciate. Ogni Operatore Economico può nominare uno o più “Gestori”.
Innanzitutto bisogna avere o abilitare una autorizzazione al STD per la PNF e designare dei sottoscrittori (ognuno con la propria autorizzazione e il proprio accesso al STD. Con queste credenziali accedere al PUD e nominare il “Gestore” e abilitare le autorizzazioni. Per approfondimenti consultare le istruzioni contenute nelle seguenti note:

  1. nota n. 104198 del 14/09/2017 – Nuovo Modello Autorizzativo e modalità per l’accesso ai servizi digitali disponibili sul Portale Nazionale (PUD – Portale Unico Dogane) e sul Portale dell’UE (TP – EU Trader Portal;
  2. nota n. 120307 del 24/10/2017 – Nuovo Modello Autorizzativo Unico (MAU) e modalità per l’accesso ai servizi digitali disponibili sul Portale Nazionale (PUD – Portale Unico Dogane) e sul Portale dell’UE (TP – EU Trader Portal) – Istruzioni per l’utilizzo del Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID) – Precisazioni e casi d’uso per l’utilizzo del MAU e per l’accesso al TP”

3. Come richiedere assistenza?

Il servizio di helpdesk risponde a quesiti di natura tecnica e giuridico-procedurale relativi alle decisioni doganali. L’utente (operatore economico o personale doganale) invia la richiesta di assistenza alla casella di posta elettronica dogane.helpdesk.eu@agenziadogane.it, specificando nell’oggetto la natura del problema come di seguito indicato:
 [IT][CD][CDMS]Descrizione oggetto (per quesiti tecnici relativi al componente CDMS)
 [IT][CD][TP]Descrizione oggetto (per quesiti tecnici relativi al componente TP)
 [IT][CD][EORI]Descrizione oggetto (per richieste di aggiornamento dell’anagrafica EORI visualizzata dal CDS)
 [IT][CD][ALTRO]Descrizione oggetto (per quesiti tecnici non compresi nelle precedenti categorie relativi al CDS)
 [GP][CD][XYZ13]Descrizione oggetto (per quesiti giuridico-procedurali relativi alle Customs Decisions)
Ad esempio: per un problema tecnico di visualizzazione delle decisioni riscontrato sul CDMS, l’oggetto dovrà essere una stringa del tipo “[IT][CD][CDMS]Problema visualizzazione decisioni”. Per un quesito giuridico-procedurale relativo alla “Domanda o autorizzazione per la qualifica di destinatario autorizzato per il transito unionale”, l’oggetto dovrà essere una stringa del tipo “[GP][CD][ACE]Validità multi stato membro”*
Informazioni tratte da paragrafo 12 della nota 109580/RU del 29/09/2017 della Direzione Centrale Tecnologie per l’Innovazione

4. Cosa fare se è stata presentata un’istanza a un ufficio non competente?

Ritirare l’istanza al più presto possibile e comunque entro 30 giorni dall’invio, tramite la funzionalità “Ritira la domanda” disponibile sul TP e presentare una nuova istanza all’ufficio doganale competente.

5. Fino a quando è possibile ritirare un’istanza inviata sul TP?

E’ possibile ritirare un’istanza inviata sul TP fino al momento in cui l’ufficio doganale competente prende la decisione e ne comunica l’esito (favorevole o non favorevole) all’operatore economico con l’apposita notifica sul TP.

6. Nell’elenco delle notifiche del TP ho ricevuto la notifica “Decision Notification” relativa al rilascio dell’autorizzazione. Riesco anche a vedere il numero di riferimento dell’autorizzazione ma non i dati contenuti al suo interno. Come mai?

Sono visualizzabili nel TP e nel CDMS solo le autorizzazioni in corso di validità. Se viene rilasciata un’autorizzazione con validità successiva sarà visualizzabile solo a partire dal giorno di inizio.
Esempio: autorizzazione rilasciata in data 25/05/2018 – periodo di validità dal 01/06/2018 al 30/11/2018. Fino al 31/05/2018 (incluso) e dal 01/12/2018 (incluso) l’autorizzazione non è visualizzabile.
E’ comunque possibile consultare i dati generali dell’autorizzazione sul portale della Commissione.

7. Come salvare i dati inseriti per evitare di perderli a causa della scadenza della sessione?

Nel TP utilizzare il pulsante “Salva per uso successivo” che consente sia di estendere la durata della sessione, sia di salvare una bozza del lavoro effettuato (che potrà essere ripresa successivamente). Le bozze sono conservate nel TP per un numero limitato di giorni dopodiché sono automaticamente eliminate dal sistema.
Nel CDMS utilizzare il pulsante “Save for later use” che consente solo di estendere la durata della sessione ma non di salvare una bozza del lavoro effettuato. La Commissione sta lavorando per poter gestire correttamente le bozze anche nel CDMS.

+*Fonte: Agenzia delle Dogane

Articoli recenti